logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop
ROTONDA DEI MILLE 1, BERGAMO, BG
+(39) 379-1352033

L’armocromia e la teoria delle stagioni

Paola Farina Styling  Armocromia   L’armocromia e la teoria delle stagioni

L’armocromia e la teoria delle stagioni

Ultimamente si è sentito spesso parlare dell’armocromia e della teoria delle stagioni. Primavera, estate, autunno o inverno: come capire a quale stagione appartieni e come abbinare il tuo abbigliamento ai tuoi colori personali? L’armocromia permette di individuare i giusti abbinamenti per valorizzare la nostra bellezza naturale. Non si limita all’abbigliamento, ma include anche il make-up e colore e taglio di capelli. Ti sei mai chiesta perché alcuni look ti fanno risplendere mentre altri ti fanno apparire stanca e spenta?

Che cos’è l’armocromia e dove nasce

Il termine armocromia deriva da “armonia dei colori” ed è un termine coniato agli inizi del 1900 da Johannes Itten, un artista di origini svizzere che nel 1961 scrisse il libro “L’arte del colore”. Nel suo libro Itten esponeva una teoria dei colori innovativa, che teneva conto di due importanti caratteristiche: la temperatura (caldo o freddo) e il valore (chiaro o scuro). Qui era contenuto l’ormai celebre Cerchio di Itten.

armocromia teoria delle stagioni

Alla fine degli anni Trenta, le costumiste di Hollywood iniziarono a sfruttare il colore per valorizzare i tratti delle attrici, utilizzandolo come un vero e proprio strumento di bellezza. In concomitanza, l’imprenditrice e fondatrice dell’omonima casa di cosmetici Elizabeth Arden, lanciò la famosa box Colour Harmony, in cui le tonalità dei blush e degli ombretti erano abbinati a specifiche caratteristiche di una donna.

armocromia libro

L’armocromia come strumento ufficiale utilizzato dai personal stylist venne introdotto alla fine degli anni Settanta dalla consulente d’immagine e cosmetologa Bernice Kentner. La Kentner pubblicò il libro “Color Me a Season”, in cui identificava le stagioni dell’armocromia.

test delle stagioni armocromia

L’armocromia e la teoria delle stagioni

Per individuare le tonalità che maggiormente valorizzano una persona, si fa riferimento a 4 macrogruppi. La corrispondenza tra il singolo macrogruppo e il nome della stagione è una semplice convenzione. Il nome si basa infatti solamente sui colori della natura nei diversi periodi dell’anno.

Primavera

La primavera è caratterizzata da un sottotono caldo, un valore chiaro e alta intensità. Questa è indubbiamente la palette più variegata, perfetta per l’incarnato radioso tipico della donna primavera. I colori tipici della primavera sono caldi e luminosi, come il blu, il beige e l’albicocca.

Autunno

L’autunno ha un sottotono caldo, un valore scuro e presenta una bassa intensità. Si tratta di una palette che comprende sia le more, che le rosse e le bionde, tutte però accomunate da un sottotono caldo. Sebbene le more reggano bene anche colori più carichi, per la maggior parte degli autunni sono da preferire i colori delle spezie, della terra e dei boschi.

Inverno

L’inverno è caratterizzato da un sottotono freddo, da un valore scuro e da un’alta intensità. È probabilmente la stagione che maggiormente caratterizza le donne mediterranee, in quanto comprende i tratti tipici di quelle persone che hanno i  capelli scuri, sia abbinati a pelle olivastre che carnagione e occhi più chiari.

Estate

L’estate si distingue per un sottotono freddo, un valore chiaro e un’intensità bassa. Generalmente le donne che appartengono a questo gruppo hanno colori delicati, con capelli biondi o castani. Vengono maggiormente valorizzate dalle tonalità pastello, ma anche dai colori del cipria e del madreperla. Da evitare sono invece i colori eccessivamente intensi, soprattutto se caldi.

I sottogruppi

Fin qui sembra tutto piuttosto semplice, se non fosse che la teoria delle stagioni prevede anche 12 sottogruppi! Per semplificare e meglio individuare gli abbinamenti, ciascuna stagione si può suddividere in ulteriori 4 categorie.

Primavera: Light (chiaro) – Warm (caldo) – Bright (brillante) – Puro

Estate: Light (chiaro) – Cool (freddo) – Soft (tenue) – Puro

Autunno: Deep (profondo) – Warm (caldo) – Soft (tenue) – Puro

Inverno: Deep (profondo) – Cool (freddo) – Bright (brillante) – Puro

La palette pura è quella che racchiude tutte le caratteristiche tipiche della stagione, permettendo quindi il maggior numero di abbinamenti.

Consulenza armocromatica: il test per scoprire che stagione sei

Come probabilmente avrai intuito, l’analisi armocromatica è abbastanza complessa e l’ideale sarebbe rivolgersi ad un personal stylist per una consulenza di armocromia completa ed accurata. Il test armocromatico va fatto necessariamente dal vivo, con luce naturale e in assenza di alterazioni dell’incarnato, quindi senza make up o abbronzatura.

consulenza armocromatica

Si possono trovare diversi test online divertenti e utili per iniziare ad approcciarsi alla teoria dei colori. Il test dei metalli, per esempio, può essere utile per iniziare a individuare  alcune delle tue caratteristiche. Infatti prevede di accostare al viso metalli dai colori caldi (quindi l’oro giallo o rosa per esempio) e freddi (come l’argento o il platino) per valutare quale ti si addice maggiormente.

Se invece desideri un’analisi completa, un consulente d’immagine è la scelta ideale. Le tue caratteristiche verranno confrontate con i diversi colori e tonalità fino ad individuare la palette di colori più adatta.

No Comments
Leave a Comment: